10,11 Ott 2006
2,3 Dic 2006
Mag/Giu 2007
Mag/Giu 07
2006/07
under 36
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 
   
Protagonisti
 
OPENING e panel su IMPRENDITORIA E SVILUPPO DEL TERRITORIO TRA CREATIVITA' E INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Alessandro Finazzi Agrò
Rettore dell'Università di Roma "Tor Vergata" dal 1996.
Laurea in Medicina e Chirurgia.
Professore ordinario di Enzimologia presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Roma "Tor Vergata". In precedenza ha insegnato presso l'Università di caglairi e quella di L'Aquila
E' stato Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Medicina dal 1989 al 1991 e Preside della Facoltè di Medicina dal 1991 al 1996
E' socio della Società Italiana di Biochimica, e, dal 1991 al 1994, della Biochemical Society (UK), dell'American Society of Photobiology (U.S.A.).
E' editore di "Cell Death and Differentiation".
Fa parte del corpo editoriale dell'European Journal of Biochemistry ed è "referee" di tre riviste scientifiche internazionali.
Dirige un gruppo di ricerca di 20 unità tra professori associati, ricercatori e tecnici con estese collaborazioni nazionali ed internazionali.

Stefano Commini
CEO di Stephen & George Management Consultants
Executive Board in ITS, Olt Energy Toscana e LNG System
Vice Presidente Gruppo Giovani Imprenditori dell' Unione Industriali e delle Imprese di Roma
Vice Presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Lazio

Francesca Ferrazza
ENI - Responsabile Attività di Ricerca e Sviluppo di Fonti Energetiche Rinnovabili Direzione Strategie e Sviluppo, Unità Tecnologie

Andrea Granelli
laurea con lode in informatica e diploma post-universitario in psichiatria. Dopo 5 anni presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biomediche, di Milano dove si occupa di sviluppo di software di base e scientifico, e una breve parentesi al CESI come responsabile dell'automazione, entra nel gruppo Montedison, prima come responsabile della pianificazione informatica di Iniziativa META e poi come responsabile del sistema informativo per la rete di vendita di Fimedit; diventa inoltre consigliere di AITEC - joint venture fra Montedison e Stone & Webster. Nel 1989 entra in McKinsey & Company e, nel 1993, si trasferisce un anno presso l'ufficio di Lisbona. Nel 1995 entra in Video On Line come "braccio destro" del fondatore Nicola Grauso. A luglio '96 entra in Telecom Italia come direttore marketing e vendite di TIN - il servizio Internet nato dalla fusione fra Telecom On Line e Video On Line. Successivamente diviene responsabile della Direzione Internet di Telecom Italia e AD di tin.it spa. Nell'aprile 2000 diviene responsabile di "Venture capital e innovazione" per il Gruppo e successivamente AD di TILab, l'azienda che gestisce le attivitą di R&D del Gruppo Telecom, con oltre 1.200 risorse qualificate, coinvolta in tutte le aree strategiche del gruppo, come Internet, telefonia mobile, larga banda e TV interattiva.
L'ultima fase professionale è stata da caratterizzata dallo start-up di molte iniziative: tin.it, TILab, Loquendo (spin-off legato alle tecnologie vocali), un fondo USA di Venture Capital ($280M di committed capital), l'Interaction Design Institute di Ivrea, l'Esposizione permanente di tecnologia presso i chiostri di S.Salvador a Venezia e il laboratorio Multimediale dell'Università La Sapienza di Roma.
Attualmente è presidente e fondatore di Kanso srl, una società di consulenza specializzata nello sfruttamento delle innovazioni "technology-enabled". È membro di Cotec - Fondazione per l'Innovazione tecnologica e di eEurope - Advisory Group della Commissione Europea per l'attuazione della Società dell'informazione; è presidente del Distretto dell'Audiovisivo e dell'ICT di Roma e dirige l'Istituto di Economia dei Media della Fondazione Rosselli. Insegna Sistemi e tecnologie della Comunicazione all'Università La Sapienza di Roma ed è membro del collegio docenti di alcune recenti iniziative sul tema del design e della gestione del Patrimonio culturale

Bruno Manzi
è Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Roma
Coadiuva il Presidente nelle relazioni dell'Amministrazione con CC.I.A.A. e con le associazioni rappresentative delle categorie produttive ed esercita le funzioni di indirizzo e controllo anche per
lo Sviluppo economico e attività produttive, industria commercio e artigianato, innovazione tecnologica, sportello per le imprese; il raccordo con l'Azienda sviluppo provincia (ASP) e con i patti territoriali in essere (colline romane e Pomezia).

Gabriele Mazzoletti
Laurea in Scienze Politiche, comunicatore d'impresa e relatore pubblico. Ha iniziato la professione occupandosi di monitoraggio e lobbying parlamentare presso Nomos. Successivamente, in Burson-Marsteller, realizza piani integrati di comunicazione e mobilitazione. Nel 1999 entra in Baxter come responsabile delle relazioni esterne e della comunicazione. Inizia ad occuparsi di CSR tanto sotto il profilo teorico , seguendo in Italia la campagna di sensibilizzazione per la promozione del Libro Verde della Commissione Europea, quanto realizzando progetti ed iniziative di partneriato pubblico-privato. Dopo un breve rientro nella consulenza come direttore della sede di Roma di Weber Shandwick, alla fine del 2002 assume l'incarico di direttore degli affari istituzionali per Bristol-Myers Squibb in Italia. Dal marzo 2005 è direttore external affairs sempre in B-MS, con la responsabilità di Government Affairs, Corporate&Business Communication, Pricing and Reimbursment e Regional Affairs. Socio FERPI, nel consiglio direttivo del Club Relazioni Esterne, è attivo in Confindustria, dove è componente della Commissione Sanità, in Farmindustria, Confindustria Lazio e Unione degli Industriali di Roma. Partecipa come relatore a convegni e seminari su temi pertinenti il settore farmaceutico e la responsabilità sociale di impresa.

Gennaro Moccia
Laurea in Economia e Commercio Universitą degli studi di Napoli "Federico II".
Delegato all'Innovazione dell'Unione Industriali e delle Imprese di Roma e Membro del Consiglio Direttivo dal 1985. Nel passato è stato Presidente Comitato Piccola Industria e Vice-Presidente UIR.
E' stato anche membro del Consiglio Direttivo del Gruppo Giovani Imprenditori Nazionale
E' iscritto all'Albo di Certificazione del Personale (CEPAS) con la qualifica di Esperto in Marketing e Comunicazione.
Fondatore e Presidente del GRUPPO MOCCIA S.p.A. Società di Consulenza di Direzione. Dall'82 all'87 direzione di Fonderia acciai speciali S.p.A. e Acciaierie e ferriere del lazio S.p.A.

Jean-Léonard Touadì
Assessore alle politiche giovanili del Comune di Roma.
Laureato in Filosofia all'Università "La Sapienza"; in Giornalismo e Scienze politiche alla Luiss di Roma.
Ha condotto la trasmissione radiofonica "Permesso di soggiorno" ed è autore del programma di RaiDue "Un mondo a colori", che propone una lettura interculturale della realtè italiana.
E' uno dei collaboratori di punta della rivista Nigrizia.

Paolo Vigevano
Direttore Relazioni Istituzionali ALMAVIVA THE ITALIAN INNOVATION COMPANY - Presidente Sezione Information Technology dell'Unione degli Industriali e delle imprese di Roma
Consigliere d'Amministrazione di Finsiel S.p.A., la società del Gruppo COS.IT di Alberto Tripi.
Vice Presidente di AITech-Assinform, l'Associazione di Federcomin che rappresenta in Confindustria le aziende di informatica.
Dal gennaio 2002 è Vice Presidente del Comitato ICCP (Information Communications Computer Policies) all'OCSE, e dal luglio 2004 presiede la "Commissione interministeriale sui contenuti digitali nell'era di Internet".
È stato Capo della Segreteria Tecnica e Consigliere Politico del Ministro Lucio Stanca, e Presidente di Innovazione Italia SpA. Attualmente siede anche nel CdA di Finmeccanica.
È stato Consigliere d'Amministrazione di Sogei S.p.A. dal 2003 e componente del Consiglio Superiore delle Comunicazioni.
Nel 1986 ha fondato la RNA, associazione delle Reti Nazionali Radiofoniche di cui è stato Presidente.
È stato eletto nel 1994 alla Camera dei Deputati.
Nel 1989 ha lanciato e finanziato Agorà Telematica, uno dei primi ISPs italiani. Nel 1998 ha creato la Web TV di Radio Radicale.
Nel 1979 è stato il fondatore di Radio Radicale, prima radio "All News" italiana caratterizzatasi per la trasmissione integrale delle sedute parlamentari.

Stefano Zapponini
Laurea in Giurisprudenza, conseguita presso l'Università "La Sapienza" di Roma.
Delegato ai rapporti con l'Università dell' Unione Industriali e delle Imprese di Roma; membro del Consiglio Direttivo del Comitato per la Piccola Impresa; vicepresidente UNIONFORM; Componente il Comitato tecnico Rapporti Stato - Regioni. È stato Presidente della "Sezione Comunicazione, Editoria e Sport" e membro del Consiglio Direttivo del Distretto Ind.le dell'Audiovisivo e dell'ITC
Presidente e Amministratore Delegato di GUIDA MONACI Spa.
Presidente di COSIS - Compagnia Sviluppo Imprese Sociali Spa - Merchant Bank Etica. Partner Grant Thornton Comunicazione Srl. Consigliere di Amministrazione di H.C. Litorale Spa. Società di sperimentazione in ambito sanitario. Membro del comitato di indirizzo della Banca di Roma.
È stato docente di "Teoria e tecniche delle relazioni pubbliche" del Corso di Laurea in Relazioni pubbliche dell'Università di Udine.


INTERACTION DAYS(s)

Giovanni Anceschi
Professore ordinario di disegno industriale presso lo IUAV. È designer, saggista e organizzatore di "cultura della visibilità". Negli anni sessanta, dopo un'esperienza di arte programmata, è stato docente alla scuola di Ulm. Da trent'anni insegna discipline della comunicazione nell'università italiana . È direttore della rivista "il Verri", autore di numerosi libri e vincitore di premi prestigiosi come il Compasso d'oro 1998 e Icograda Excellence Award for distinguished services to graphic design 1999. Insegna comunicazioni visive al claDIS e dirige il laboratorio di comunicazione multimodale al clasVEM.

Sebastiano Bagnara
è laureato in Filosofia presso l'università di Padova con specializzazione in Psicologia. Attualmente insegna Psicologia e Ergonomia Cognitiva al Politecnico di Milano. Precedentemente (1986-2001) è stato professore di Psicologia all'Università di Siena dove ha anche diretto il dipartimento di Scienze della Comunicazione fino al 2001. Suo campo di ricerca privilegiato è quello delle interazioni Uomo-Macchina.
In oltre ha insegnato Ergonomia all'Università di Padova (1989-93) e Ergonomia Applicata all'Industrial Design al politecnico di Milano (1994-98 e 2000-01).
Sebastiano Bagnara è frequentemente consultato da grandi aziende ed agenzie governative, ha incarichi in molti progetti di ricerca europei e ha pubblicato un gran numero di libri ed interventi sulle principali riviste internazionali.
E' membro del consiglio della International Ergonomics Association (1980-86 e 2001-) e della Società Italiana di Ergonomia (1980-86 e 2001-). Fa parte del comitato direttivo per la Ricerca e la Valutazione del Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca ed è nel comitato scientifico dell' ISMM (Institute for Innovation in Media and Multimedia). E' stato presidente dell'Associazione Europea di Ergonomia Cognitiva (1990-94).
E' membro del consiglio editoriale delle riviste "Applied Ergonomics", "Cognition, Technolgy and Work","Comunicazione Pubblica","International Journal of Human Factor and Ergonomics in Manufacturing","international Journal of Applied Psychology";" Sistemi Intelligenti";"Sistemi Organizzativi";"Travail Humain". E' Associated Editor della rivista "Theoretical Issues in Ergonomic Sciences".


Liam J. Bannon
Professor of Computer Science in the Dept. of Computer Science and Information Systems and Director of the Interaction Design Centre at the University of Limerick, Ireland. He has held appointments in several Universities in Canada, the USA, Denmark, Sweden, Finland, France, Italy and The Netherlands. His research is in conceptual foundations of human-centred design, with a focus on collaborative practices, participatory design, and evaluation issues, and has published in the HCI, CSCW, Interaction Design and Information Systems research fields. He is involved in several EU funded research projects. He is a founding editor of the CSCW Journal, and is serving, or has served, on the editorial boards of several other Journals, including: Cognition, Technology & Work; Computer-Assisted Learning, Requirements Engineering, Co-Design, Behaviour & information Technology, Universal Access in the Information Society, and Web Based Communities. He is the co-editor of several books, including, with Zenon Pylyshyn, Perspectives on the Computer Revolution (Ablex, 1989).
pagina personale 1
pagina personale 2

Steffi Beckhaus
is Juniorprofessor at University of Hamburg since february 2004. The focus of her group interactive media / virtual environments is on Human-Computer Interaction, Virtual Environments, Media Art and Storytelling. Until March 2004 she worked as a research scientist at the Competence Center Virtual Environments at Fraunhofer IMK. Areas of research at IMK were Virtual Reality, Computer Graphics, Human-Computer Interaction (HCI), Interface Design, Storytelling, and Virtual Showcases. She was project leader at IMK for the BMBF project alVRed, and was involved in the projects VRIB and the EU project "Virtual Showcase". Work experience in the Industry include 3 years part-time work at a research company for sound analysis and design. Following, she spent five years at an information technology consulting company, working in the fields of IT consulting, planning, and programming, with an emphasis on database applications.
pagina personale 1

Massimo Botta
Laureato con Lode in Architettura presso il Politecnico di Milano, nel 1992 ha conseguito il Master in Design delle interfacce presso la Domus Academy. Dal 1993 al 1998 ha svolto attività presso il Centro Ricerche della Domus Academy, e dal 1999 al 2001 è stato senior consultant per Philips Design, rete di ricerca e design a scala internazionale.
I suoi interessi di ricerca si concentrano nei settori dell'interaction design, della comunicazione visiva e dell'exhibition design. Sviluppa ricerche sull'integrazione tra sviluppo tecnologico e progetto di nuovi prodotti, interfacce, ambienti fisici e virtuali, con particolare attenzione all'organizzazione e visualizzazione del sapere.
Ha tenuto corsi, lezioni, tutoraggi e workshop presso Domus Academy, il Politecnico di Milano e lo IUAV di Venezia – Facoltà di Arte e Design. Per la McGraw-Hill ha curato, con Giovanni Anceschi e Maria Amata Garito, la pubblicazione L'ambiente dell'apprendimento. Web design e processi cognitivi (2006).

Gillian Crampton Smith
Gillian Crampton Smith ha studiato filosofia e storia dell'arte ma poi ha deciso di seguire il suo interesse per la tipografia. Prima di diventare libera professionista ha progettato dei libri e delle riviste e ha anche lavorato quattro anni per il giornale The London Sunday Times. Nello stesso periodo ha scritto e disegnato una serie di fumetti innovativi su temi sociali per l'uso didattico e scolastico.
Nel 1981 con l'uscita di un'edizione della rivista tipografica sull'informatica e grafica, Upper & Lower Case, è stata indotta a comprare un computer per scrivere un programma per l'impaginazione delle riviste sui pc – un esempio precoce di editoria elettronica. Questa esperienza l'ha convinta della potenzialità dei designer per contribuire alla progettazione dell'interfaccia tra l'uomo e il computer. Nel 1984 ha fondato lo studio informatico presso l'Istituto d'Arte di St. Martin a Londra e si è iscritta ad un corso specialistico indirizzato ai designer e ai grafici per migliorare la loro conoscenza della potenzialità dei computer nel settore del design.
Nel 1990 si è trasferita al Royal College of Art di Londra, l'unica università dedicata solamente a corsi di specializzazione dell'arte e del disegno post-laurea, dove ha fondato il dipartimento di progettazione informatica. Il dipartimento si occupava delle discipline di progettazione grafica e disegno industriale, cinema ed animazione, architettura, ingegneria informatica e di software, e psicologia. Il centro di ricerca del dipartimento è stato fondato nel 1994 con il contributo della società californiana Interval Research, ed in seguito ha avuto collaborazioni con molte aziende high-tech, sviluppando il ruolo delle discipline di design e arte nel formulare il metodo d'interazione tra l'uomo e gli strumenti informatici, i prodotti e i media. Ha lavorato anche a Silicon Valley (California) presso le aziende Interval e Apple.
Nel 2000 è stata nominata la prima direttrice di Interaction-Ivrea, istituto per la didattica e la ricerca avanzata fondato da Telecom Italia e Olivetti. L'istituto è diventato un centro di livello internazionale per la didattica e la ricerca dell'interaction design. Quando si trasferì l'Interaction-Ivrea a Milano nel 2005, Gillian si è spostata a Venezia per prendersi l'anno sabbatico e per iniziare una collaborazione con Philip Tabor su un volume di interaction design.

Giorgio de Michelis
è direttore del Dipartimento di Informatica Sistemistica e Comunicazione (DISCo) dell'Università di Milano - Bicocca.
Insegna Informatica teorica e Sistemi di supporto alla cooperazione.
Dirige il Laboratorio per le Tecnologie della Cooperazione.
Da anni svolge ricerca, consulenza e formazione manageriale su groupware, disegno dei processi di business, knowledge management, progetto e gestione dei sistemi informativi, interaction design, settori nei quali il suo gruppo sviluppa prototipi di sistemi di supporto ai processi collaborativi e alla gestione della conoscenza (CHAOS, UTUCS, MILANO, CAMPIELLO, KLEE&CO, MILK, ATELIER).
E' direttore del network di eccellenza Convivio - il network dedicato al Design People-Centred e a quello di Sistemi interattivi. E' sovente chair e/o membro di committee di conferenze internazionali nei settori di suo interesse.
E' membro dell'editorial board di "Computer Suppoted Cooperative Work: The Journal of collaborative Computing" e di "Studi Organizzativi".
E' autore di quattro libri e di oltre cento articoli nei settori di proprio interesse.
Partner e Consigliere di Amministrazione di Butera e Partners, vice presidente di Irso.

Carlo Giovannella
laureato in fisica, ormai interaction architect.
... in giovane età, due anni di permanenza in Francia e qualche mese in Giappone lo hanno convinto che il vero marziano è chi riesce a produrre innovazione culturale nel nostro paese, senza la necessità di dover passare, prima, per la condizione di "cervello fuggito all'estero" ... per questo, negli anni, ha cercato di infiltrare nell'Università le proprie creazioni: il MIFAV, la laurea in Scienza dei Media e della Comunicazione, i Master, le riviste, Interfacce ... e tanto altro ... nell'utopia che l'Istituzione possa essere cambiata dall'interno.
Si sente uomo rinascimentale e quindi interdisciplinare ... insieme a qualche compagno di ventura, opera a 360 gradi nell'ambito della comunicazione mediata per migliorare e rendere più naturale l'interazione uomo-macchina ...
Crede nell'improrogabile necessità di modificare la cultura produttiva del nostro paese per riportarla sulla strada dell'innovazione e dello sviluppo di know-how tecnologico e metodologico, mai avulso dalla necessaria dose di creatività ... per questo si prodiga da oltre dieci anni nella generazione di campi di interazione che fungano da humus culturale per investimenti "cerebrali" di medio e lungo termine, i soli investimenti in grado di far rifiorire le speranze dei giovani ...
In gioventù si è occupato di materiali innovativi, di progettazione di dispositivi e dello studio delle proprietà di sistemi complessi, ricevendo il premio SIF per giovani laureati.
Dal '92 si occupa di linguaggi della contemporaneità a base tecnologica e in parallelo, per alcuni anni, svolge un'intensa attività creativa ed editoriale.
Nel corso degli anni sviluppa la sua vision ... e una ben precisa strategia che lo porta a lavorare parallelamente sui tre binari della produzione culturale, della formazione e dello sviluppo&ricerca.
Ha creato il laboratorio ISIM_Garage che si occupa di Interfacce e Sistemi Interattivi Multimodali.
Presso la laurea in SMC è docente di "Teoria e tecnica dei linguaggi fotografici", "Fisica generale", "Interfacce e Sistemi Multimodali" e nel passato "Basi della pubblicazione on-line". Presso il Master TACI insegna "Comunicazione interattiva: evoluzione dei paradigmi" e "Metodi di progettazione e rappresentazione ad oggetti e processi di progettazione".
Ha progettato gli ambienti formativi on-line HU e Life.
Svolge consulenze nell'ambito della pianificazione di progetti di comunicazione e nella progettazione di sistemi innovativi per la comunicazione mediata.

Francesco Lutrario
insegna Game Design all'Università degli Studi di Milano. Ha fondato la società Ludonet e ora è dirigente di Infobyte (compagnia specializzata in nuove forme di comunicazione)

Patrizia Marti
Laureata in Filosofia presso l'Università "La Sapienza" di Roma.
Ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell'Università di Siena ove insegna Tecnologie per l'istruzione e l'apprendimento.
Dal 1996 ha insegnato, inoltre, presso la Facoltà di Ingegneria di Siena (CdL in Ing. delle Telecomunicazioni), la Facoltà di Lettere e Filosofia di Siena (CdL in Scienze della Comunicazione), la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano (CdL in Disegno Industriale e Master in Ergonomia), lo IULM di Milano (CdL in Scienze della Comunicazione), l' University of Limerick- Irlanda (Master in Interactive Media).
Collabora con l'Ente Nazionale di Assistenza al Volo (ENAV) e Eurocontrol (bureau per ilcontrollo del traffico aereo in Europa) alla progettazione di concetti innovativi per la gestione del traffico aereo e la sicurezza del volo

Jörn Messeter
I am employed at Arts & Communication, Malmö university, but between August 1998 and December 2003 I was also affiliated with the Space & Virtuality studio of the Interactive institute in Malmö, Sweden.
My field is interaction design, however, I did my Ph.D. in the field of computer supported collaborative learning.
Currently my main research interests revolve around mobile and ubiquitous computing, regarding use as well as design issues. I am particularly thrilled by the challenges posed by increased dynamics in use that comes with ubiquity and mobility.
pagina personale

Matteo Penzo
Dopo una formazione in Ingegneria Informatica presso l'ateneo di Padova inizio la professione informatica lavorando per Anixter International (http://www.anixter.net) dividendomi principalmente tra Milano e Londra. Mi trasferisco quindi in maniera definitiva nel capoluogo lombardo occupandomi della gestione dei progetti e della formazione in Seicom (http://www.seicom.it).
Oggi sono a capo della divisione di Design & Development (http://dnd.consultechnology.com) e del Research Center all'interno di Consultechnology (http://www.consultechnology.com): una società operante nel campo dell'ICT.
Sono Permanent Editor di Idearium (http://www.idearium.org) : il primo Interaction Design Network Italiano. Sono editore e founder di Flashability (http://www.flashability.it): magazine online dedicato ad un utilizzo user-centred della tecnologia Macromedia Flash. Sempre in tema di User Experience tengo una rubrica mensile legata all'utilizzo della tecnologia di Eye Tracking sul magazine americano Uxmatters (www.uxmatters.com).
Sono founder del network di siti musicali HOTMC.COM (http://hotmc.com) che tuttora gestisco occupandomi degli accordi strategici e dei piani Digital Marketing per (tra gli altri) Virgin Music, Sony Pictures e Universal Music.
pagina personale

Antonio Rizzo
Antonio Rizzo è professore presso l'Università di Siena, dove insegna Progettazione di Sistemi Multimediali e Coordina il Master in Design di Ambienti per la Comunicazione. Laureato in Psicologia Sperimentale presso l'Università di Roma La Sapienza ha svolto periodi di studio, presso Università di Manchester, UK, e l'Università della California San Diego, USA. Ha svolto attività di ricerca nell'area dell'interaction design e della valutazione e progettazione di sistemi a sicurezza critica in progetti Europei e Statunitensi. E' stato consulente del governo Francese per l'introduzione delle tecnologie digitali nei processi educativi, coordinatore del gruppo Fattori Umani delle Ferrovie dello Stato, membro del Gruppo di Lavoro NATO sull'Affidabilità Umana. E' Presidente della societè Europea di Ergonomia Cognitiva (EACE), e Direttore dell'Accademia per le Arti e Scienze Digitali (Arsnova).

Emanuele Salvucci
inizia la sua carriera professionale nel 1997 creando grafica 3d e animazioni per "Digitrace Tek".
Nel 1998 viene assunto da "Prograph Research" come grafico/animatore 3d, dove sviluppa il suo primo gioco in 3d realtime "Tsunami 2265" e contribuisce alla creazione di un altro titolo minore.
Nel 2001 si trasferisce in UK presso "Revolution Software" e inizia il periodo di ricerca grafica per "Broken Sword: The Sleeping Dragon" (PC, Playstation2, Xbox).
Inventa una nuova tecnologia di lightmapping per il gioco oltre a realizzare grafica per gli environments e sviluppare tools per Lightwave 3D.
Qui contribuisce anche alla realizzazione di "Who Wants to be a Millionaire - Second Edition" (Playstation2).
La sua passione per i videogames lo portò poi ad iniziare lo sviluppo indipendente di un suo progetto, "Notcom Racing", sesto progetto dopo cinque titoli pubblicati all'età di 26 anni.
Le sue capacità professionali variano dalle arti tradizionali a quasi ogni campo della computer grafica, fino allo scripting e alla programmazione nei linguaggi C, Nvidia CG e LUA.
E' co-autore del libro "Lightwave 3D 8: 1001 Tips and Tricks" edito da "Wordware Publishing" e autore di scripts per Lightwave 3D.
Nella comunità dello sviluppo di videogames, ha contribuito all'IGF - Independent Games Festival, in qualità di giudice per il terzo anno consecutivo ed è fautore e coordinatore del chapter italiano di IGDA - International Game Developers Association, insieme a professionisti italiani del settore.